English Français Português Italiano
  Colombia: Cartagena de Indias  


Img.: www.cartagenainfo.com


Alberto Fornasier   info@caribenet.info





Dichiarata Patrimonio Storico dell'Umanità per il suo incantevole centro antico che conserva piazze, vicoli e palazzi dell'epoca coloniale dagli spaziosi patii e dalle logge colorate, Cartagena, la cui storia ha sempre influenzato quella dell’intero paese, è situata sulla costa caraibica, circondata da una bellissima baia, contornata da isole e lagune,ed è una delle mete preferite del turismo, abbinando alle bellezze dei suoi dintorni l’interesse storico ed il pregio architettonico del nucleo urbano, che ne fanno una delle città più belle e meglio conservate d'America. 

Il suo nome attuale le fu imposto dal fondatore, Pedro de Heredia, che l’1 di giugno del 1533 le diede il nome di Cartagena de Poniente, per distinguerla da Cartagena de Levante, una città spagnola la cui baia era simile a quella della città colombiana. Suo può essere considerato il merito della conservazione della città: dopo un rovinoso incendio Pedro de Heredia ordinò infatti che tutte le future costruzioni sarebbero dovuto essere costruite solo in pietra o mattoni.

Una delle più importanti piazze militari dell'America spagnola e fra le più desiderate per la sua posizione strategica dalle altre potenze europee che la sottoposero a numerosi attacchi, Cartagena fu anche un importante porto negriero, l'unico insieme a Veracruz in Messico ad essere autorizzato a questo infame commercio, ed il principale mercato del Sud America, da dove gli schiavi venivano smistati verso le altre colonie. La sua ricchezza divenne anche il suo maggior pericolo, dato che attrasse frequenti invasioni da parte di pirati e corsari inglesi, francesi e olandesi. La città fu quindi munita di straordinarie fortificazioni a partire dal XVI secolo, quando fu eretto il Fuerte del Boquerón, dove attualmente sorge il Fuerte del Pastelillo. Il progetto fu iniziato dall’architetto italiano Battista Antonelli nel 1602 e terminato dopo circa due secoli, quando le mura della città la cinsero per un totale di 11 chilometri, rendendola il porto meglio protetto d'America.

L’importanza assunta da Cartagena, divenuta sede del Tribunale dell’Inquisizione a partire dal 1610, è testimoniata dall’essere stata eletta capitale del Vicereame di Granada, sostituendo Santa Fé durante il governo di Don Sebastián de Eslava.
"Cartagena de Indias, Ciudad Heroica", fu il titolo guadagnato per aver sopportato tre mesi di assedio dopo la firma del Acta de Independencia Absoluta, che l’11 novembre 1811 diede l’avvio ai 10 anni di guerra di indipendenza.
Oggi Cartagena rivive il suo passato nel suo impianto urbanistico e nell’architettura delle sue case e dei suoi monumenti. 

Cosa visitare

Oltre alla cinta muraria, meritano una visita i forti ed il Castillo de San Felipe, la cui costruzione si protrasse durante un intero secolo a partire dal l.536; la Cattedrale, distrutta al termine della sua prima costruzione, quando mancava solo una torre, da un attacco del pirata Francis Drake nel 1586 e successivamente terminata nel 1598; il Palazzo dell’Inquisizione, con uno stupendo portale intagliato e considerato il miglior esempio di architettura barocca civile e che conserva strumenti di tortura e documenti sull'inquisizione; la chiesa di Santo Domingo, che terminata nel XVI secolo è la più antica della città; la chiesa ed il convento gesuitici di San Pedro Claver, dove sono conservate le reliquie del santo protettore degli schiavi; la Iglesia de la Trinidad, sede dei primi movimenti indipendentisti e la Casa de Aduana, nella più bella piazza di Cartagena. Esempi di architettura domestica del XVII secolo sono la Casa del Marqués de Valdehoyos ed il Bodegón de la Candelaria.

Piacevoli passeggiate per la città potranno fare ammirare la Plaza de los Coches, con negozi di artigianato ospitati negli ultimi locali costruiti dentro la cinta muraria della città alla fine dell' epoca coloniale; la Torre del Reloj, simbolo della città utilizzato anche per rappresentare l'intero paese; i parchi di San Diego e della Merced e la statua de la India Catalina, nei pressi del ponte di Chambacu, una indigena guerriera ed interprete di Pedro de Heredia e le cui repliche costituiscono il premio per l'annuale Festival Internazionale del Cinema che si tiene a Cartagena nel mese di marzo.

Di grande interesse sono le visite al Museo del Oro, con una ricca collezione di oggetti di raffinata fattura precolombiana, espressione delle civiltà delle varie etnie che abitavano la Colombia prima della conquista spagnola; al Museo Naval, che può far rivivere le emozioni delle scorrerie corsare ed una puntata al Cerro de la Popa, un magnifico punto panoramico sulla città

Da non dimenticare una visita alla casa museo di Simón Bolivar, dove l'eroe dell'unità latinoamericana scrisse il Manifesto di Cartagena nel 1812.


Altre mete 

Islas del Rosario
Imperdibile la gita al piccolo arcipelago corallino famoso per le sue spiagge di sabbia bianca. In un’ora e mezza di barca a motore si arriverà in questo Parco Naturale dove, su alcune isole, si può trovare qualche ristorante ed alcuni alberghetti, mentre per i più esigenti l'isola di Majagua offre un eccellente albergo, il San Pedro della catena di lusso Sofitel. Nella Isla Pajarales vi è un Acquario utilizzato per la ricerca scientifica. Tutto l'arcipelago, ricchissimo di specie marine, è un luogo ideale per l'attività subacquea.

Bocachica
Di interesse storico, per essere stato luogo di detenzione degli eroi patri Nariño e Santander. Si possono gustare piatti tipici a base di pesce nei ristorantini rustici. E' una delle spiagge più frequentate insieme a Punta Barú, Punta Canoas e Tierrabomba. 

Mompox
Raggiungibile con una navigazione di tre ore risalendo il canale del Dique o con un breve volo (il tragitto auto più battello più percorso su strade sterrate è sicuramente meno agevole), la città si affaccia sul fiume Magdalena e si presenta splendidamente conservata dall’epoca in cui era il primo porto fluviale e luogo di smistamento delle merci verso l’interno del paese. Conveniente acquistare oggetti in filigrana d’oro. 

Dove alloggiare 

La città offre molte possibilità di alloggio, capaci di soddisfare le più diverse esigenze. Sono presenti anche alberghi di note catene internazionali, quali il recente Sofitel Santa Clara. 

Notizie utili 

Si consiglia, prima di effettuare un viaggio all'estero, di indicare la propria destinazione al competente ufficio del Ministero degli Affari Esteri italiano, per potere venire rintracciati in caso di emergenza. Altre informazioni sugli uffici consolari italiani nel paese di destinazione, i numeri telefonici locali utili in caso di necessità e notizie aggiornate sulla situazione del paese nonché su eventuali precauzioni sanitarie sono presenti sul sito del Ministero degli Affari Esteri www.viaggiaresicuri.it




• Home page    • Volver